14 marzo 2011

Il simbolo dell'ONU e la Nuova Atlantide


Stamattina riflettevo su come ci sia effettivamente una certa somiglianza tra il simbolo delle Nazioni Unite e le varie "ricostruzioni" di Atlatnide, che sono state fatte a partire dalla descrizione di Platone. Il filosofo greco infatti racconta, nel Crizia, che l'isola principale di Atlantide era formata da più cerchi concentrici. Oltre alla zona centrale (anch'essa circolare), ci sarebbero state ben altre 5 fasce esterne: più precisamente 2 fasce di terra e 3 fasce d'acqua, alternate fra di loro (come in figura).
Ecco quanto afferma Platone:
« Poseidone [...] la fece [Atlantide] scoscesa tutt'intorno, formando cinte di mare e di terra, alternativamente, più piccole e più grandi, l'una intorno all'altra, due di terra, tre di mare, come se lavorasse al tornio, a partire dal centro dell'isola, dovunque a uguale distanza »
(Platone, Crizia)

Sempre nello stesso testo, Patone racconta che in seguito gli uomini avrebbero costruito in Atlantide dei ponti, per collegare le
cinte più esterne con la parte più interna dell'isola;
qui erano situati gli edifici più importanti dell'impero atlantideo,
cioè il palazzo reale ed il tempio dedicato al dio Poseidone:


« Le cinte di mare che si trovavano intorno all'antica metropoli perprima cosa le resero praticabili per mezzo di ponti, formando una via all'esterno e verso il palazzo reale »
(Platone, Crizia)
Il simbolo delle Nazioni Unite sembrerebbe corrispondere in maniera sorprendente ad una simile descrizione. Le fasce risultanti dal disegno sono proprio in numero di 5 e, proprio come nel racconto di Platone, al centro vi è un'altra zona circolare (cioè il luogo dove, ad Atlantide, ci sarebbe stato il palazzo reale). Nel simbolo dell'ONU, inoltre, le varie circonferenze sono collegate da delle linee rette, che vanno dall'esterno verso il centro della figura, e che potrebbero corrispondere ai ponti e ai canali costruiti dagli atlantidei.
È verissimo che la "spiegazione ufficiale" del simbolo è tutt'altra, ma nell'ambito delle "teorie alternative" (o... complottiste) credo che si possa provare ad avanzare quest'ipotesi: che il simbolo dell'ONU sia proprio una rappresentazione stilizzata dell'isola di Atlantide. Di seguito proverò a spiegare perchè sarebbe stata scelta proprio Atlantide.



Perché Atlantide?

Sempre che il simbolo delle Nazioni Unite rappresenti effettivamente l'isola di Atlantide (questa rimane comunque solo un'ipotesi), quale potrebbe essere il motivo di questa "scelta"? Per tentare di dare una risposta, bisogna ricordare la fortissima influenza che hanno avuto sull'ONU le "dottrine" teosofiste e personaggi come Alice Bailey. Secondo gli autori teosofisti, il continente Atlantideo è stato infatti il luogo dove in passato nacquero e si diffusero i culti misterici, di cui essi si ritengono i continuatori.
Allo stesso modo, alcune "scuole occulte" sostengono che l'origine delle loro organizzazioni e dei loro insegnamenti sia "atlantidea"...e lo stesso sostengono oggi molti gruppi new age; tra questi "spicca" la setta "neo-atlantidea" di Damanhur; è perlomeno interessante notare come questa setta abbia ottenuto dei riconoscimenti,  proprio dalle Nazioni Unite, poiché rappresenterebbe un "modello di società ideale".
 Ovviamente queste pretese di "antiche origini" sono più che infondate... ed inoltre, se ci si fa caso, sono in netta contraddizione con altre convinzioni, come quelle "evoluzionistiche", che caratterizzano tutti questi movimenti. Ma, nonostante le contraddizioni, l'origine atlantidea dei "Misteri" per queste persone sembra essere proprio un punto fermo.

Per gli occultisti creare un nuovo impero di Atlantide significa dunque riportare a galla i loro culti; culti che sarebbero stati ingiustamente "perseguitati" dalla religione Cristiana, e che sarebbero pronti a riemergere nella fantomatica "nuova era". Per essi, significa anche instaurare un nuovo tipo di governo che sia coerente con la loro particolare ideologia.

Manly Palmer Hall, occultista e massone di 33° grado, in alcuni  suoi scritti ("Letture sulla filosofia antica") sosteneva apertamente che c'era la necessità di costruire una "Nuova Atlantide", la quale avrebbe portato ad un "governo ideale per la terra". Un governo composto cioè da "un ordine di uomini illuminati (vale a dire gli iniziati) uniti dallo scopo di investigare sulle forze della vita ed i misteri della natura".
Questa "Nuova Atlantide" di cui parla Hall non è altro, in fondo, che il nuovo ordine mondiale; un "nuovo mondo", come dice egli stesso, dove "le nazioni non esisteranno" e "la terra sarà sotto un solo un solo ordine, un governo, un corpo amministrativo". Dove a dirigere le sorti del globo e dei suoi abitanti sono gli uomini "illuminati".
A questo punto, l'interpretazione del simbolo in questione porterebbe a dire che esso rappresenta un auspicio della costruzione della "Nuova Atlantide" e del ritorno dei "culti misterici" in tutto il mondo... un mondo unito da questa "nuova religiosità" e guidato da un solo governo. E' un'interpretazione che potrebbe non essere così fantasiosa, visto che le Nazioni Unite nascono proprio con questo specifico intento.

Continua:
Venus Project

----------
Approfondimento:
The Atlantis Connection, di Giona (Ultima Epoca)

11 Commenti:

  1. Risposte
    1. è semplicemente il simbolo della terra piatta, flat earth society

      Elimina
  2. Ciao, grazie per il commento...ovviamente rimane ipotesi, e forse è un ipotesi impossibile da dimostrare. Però queste somiglianze mi hanno fatto un po' pensare ;-)
    saluti

    RispondiElimina
  3. Veramente un articolo interessante: anche io mi interesso molto a comprendere i significati esoterici dietro i simboli come quello dell' ONU (se li sai leggere capisci meglio i piani dei Burattinai e la loro ideologia), ma non mi era venuta in mente questa interpretazione: mi ero fermata alle foglie di alloro ecc...

    Il fatto che il simbolo ONU rappresenti probabilmente Atlantide si ricollega anche in un'altro modo a Platone: lui riportò x primo il mito di Atlantide e scrisse La Repubblica in cui descriveva una città stato "ideale" (secondo LUI) con un governo fin troppo simile a quello che vogliono instaurare con il NWO. Poi la pianta di Atlantide rappresenta il concetto di Città-Talismano Egizia, e ciò era fatto x permettere al faraone di rendere + "docili e ubbidienti" i sudditi, naturalmente "x il loro bene"..
    Nella Teosofia/New Age c'è molto di Platone, difatti lui era un iniziato ai misteri Dionisiaci e di Eleusi..

    veramente un bell'articolo: l'ho inviato alla mia Mailing List: http://groups.google.com/group/teorici-del-complotto?hl=it

    Pure io ho una sezione "simboli" sul mio blog (x ora piccola, ma crescerà):
    http://aliceoltrelospecchio.blogspot.com/search/label/Simboli%20Esoterici
    Oltre alle sezioni sull'esoterismo e simili..

    Solitamente copio assai raramente articoli altrui sul mio blog, ma questo merita (e mi piacerebbe fare una piccola "enciclopedia" di simboli con annesse spiegazioni): lo metterei sul mio blog se x te va bene.

    by
    Alice Oltre lo Specchio!
    http://aliceoltrelospecchio.blogspot.com

    RispondiElimina
  4. Ciao Alice,
    sì, sono d'accordo. Platone viene molto "usato", e la storia del "comunismo platonico" e dei "filosofi illuminati" che governano è qualcosa che piace all'elite.
    Per quanto riguarda il post, puoi tranquillamente metterlo sul tuo blog.
    A presto

    RispondiElimina
  5. Rispondo a Josephuss:

    Io ho l'impressione che Platone non venga semplicemente usato come ispirazione dall' Elitè, ma che facesse parte di quei gruppi (Misterri Dionisiaci/Eleusini ecc) che poi hanno o ispirato fortemente l'ideologia dell'Elitè, o rappresentano la linea di continuità storica a livello esoterico di tali idee (nel senso che l'ideologia esoterica dell' Elitè potrebbe dover molto a tali colti anche non solo x "ispirazione postuma" ma proprio x via di una linea iniziatica ininterrottà che parte dai primi gruppi iniziatici Egizi o forse Sumei/babilonesi, passa x i misteri greci e romani, arriva agli gnostici e poi prosegue fino ad oggi passando probabilmente x i Templari, la Massoneria ecc).
    Infatti molte Obbidienze Massoniche e la stessa Teosifuia si sono ispirate sppessissimo agli antichi Misteri Greco-Romani ed Egizi (la Golden Down di Crowley e gli Illuminati di Baviera si ispiravano ai Misteri Eleusini ad es).
    In quel caso Platone + che un ispiratore sarebbe un precursore della moderna Elitè...

    grazie, anche tu se trovi qualcosa che ti può servire su uno dei miei blog copia pure (mi basta solo che sia citato il link originale) in parte o del tutto o anche rimaneggiandolo (in tal caso oltre al link metti qualcosa tipo "articolo modificato rispetto all'originale: link originale").

    e se vuoi puoi iscriverti alla mia ML anche solo x inviarci i tuoi articoli:
    http://groups.google.com/group/teorici-del-complotto?hl=it
    (esistono opzioni di iscrizione fatte anche x non ricevere i post sulla casella di posta elettronica o x fare in modo che il proprio blog invii in automatico i nuovi articoli alla ML, comunque anche i non iscritti possono sia leggere gli archivi della ML che inviare articoli):
    LINK x leggere gli articoli con foto e link visibili (l'altro link li fa leggere in modalità solo testo):
    https://groups.google.com/d/forum/teorici-del-complotto?fromgroups

    (l'invito a partecipare alla ML vale chiaramente x chiunque lo desideri: solo troll e debunker sono sgraditi, ma x fortuna le mailing List non fanno gola ai debunker CICAP e fino ad ora non ne ho mai avuti, quindi si discute molto meglio che sui forum)

    ciao

    RispondiElimina
  6. Platone, a quanto pare, ha anche attinto dalla scuola Pitagorica. E le conoscenze dei Pitagorici (secondo il Guénon), sono passate in seguito ai collegia fabrorum (organizazioni iniziatiche di mesteiere romane) e infine hanno finito per confluire nella Massoneria. In effetti nella Massoneria italiana ci sono certe correnti "pitagoriche", come all'interno deel Rito Simbolico. Quindi, sì, potrebbe esserci anche un collegamento storico effettivo.

    RispondiElimina
  7. Da notare anche il fatto che le spighe di grano hanno 13 chicchi, e il 13 è il numero dell'inizio di un nuovo processo, di fatto è il numero del NWO
    inoltre il simbolo dell'ONU è diviso in 33 parti, come i gradi della Massoneria di Rito Scozzese Antico ed Accettato
    quello che hai detto tu riguardo alla somiglianza ad Atlantide va solo a confermare ancora di più l'idea che l'ONU sarà l'embrione del Governo Mondiale, dato che l'ONU fu pensata in una riunione massonica del 1917

    RispondiElimina
  8. Ciao Gabriele,
    secondo la spiegazione "ufficiale" quelli attorno al simbolo dovrebbero essere rami di ulivo... ma sono talmente stilizzati che è difficile dire cosa rappresentino realmente. Comunque sì, il fatto che le foglie (o chicchi) siano 13 è una coincidenza decisamente curiosa, così come che le parti siano 33, come hai giustamente notato. Un'altra cosa che si può notare (e che non ho messo nell'articolo) è che nel manifesto del partito mondialista appaia il motto "A New Atlantis for a World Empire" (una Nuova Atlantide per un Impero Mondiale)...
    Puoi vederlo qui:
    Manifesto mondialista

    Per un complottista in raltà tutto il loro sito è qualcosa di... bho non so nemmeno cosa dire.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. non sapevo che esistesse un partito mondialista
      ho dato solo un'occhiata al loro sito, e ho visto che sono proprio uno strumento dell'elite: filoisraeliani, filoamericani
      e poi come alcuni gruppi massonici pretendono di discendere dai templari: mi piacerebbe sapere che c'è dietro di loro

      Elimina
  9. ho visto che sono proprio uno strumento dell'elite: filoisraeliani, filoamericani

    guarda, quando ho visto per la prima volta quel sito, sul primo momento, ho pensato che fosse una presa in giro dei complottisti :D

    RispondiElimina